HOTSTOP

Giovani contro il cambiamento climatico all’interno della prima HUB climatica giovanile siciliana, un punto di raccolta e attraversamento per le realtà siciliane impegnate nella lotta al cambiamento climatico.
sito webcontatti

Sintesi dell’intervento

Il titolo del progetto, HOTSTOP – Giovani contro il cambiamento climatico, evoca da una parte la necessità di agire contro il surriscaldamento globale, e dall’altra il riferimento alla regione del Mediterraneo come Hotspot climatico mondiale, ossia come area esposta ad eventi estremi connessi al cambiamento climatico (CC). Obiettivo del progetto è promuovere nell’opinione pubblica la consapevolezza sugli impatti del cambiamento climatico in Sicilia, attraverso il rafforzamento delle competenze di un gruppo di giovani tra i 20 e i 30 anni. Questo sarà accompagnato dalla pratica attraverso l’affiancamento a percorsi esperienziali di formazione per giovanissimi e dall’ azione grazie all’attivazione di una campagna di comunicazione e advocacy sull’ esperienza diretta legata all’impatto del CC.
Le attività di progetto andranno a strutturarsi all’interno della prima HUB climatica giovanile siciliana, un punto di raccolta e attraversamento per le realtà siciliane impegnate nella lotta al CC. Spazio fisico e virtuale, inizialmente diffuso, l’HUB si propone di raggiungere fisicamente gli stakeholders del progetto per poi trovare una sua sede. La costituzione dell’HUB rafforzerà le sinergie e la capacità di incidenza delle singole realtà che già operano sui fronti dell’educazione ambientale, della divulgazione scientifica, dell’attivazione studentesca, della difesa dei diritti umani e della lotta alla mafia, promuovendo un processo di co-progettazione e ideazione condivisa.

Beneficiari

100 giovani tra i 20 e i 30 anni, 2 formatori, 5 realtà di economia circolare

Budget totale

48.000 €

Durata

12 mesi

Area di intervento

Palermo

Contributo richiesto

48.000 €

Periodo di realizzazione

01/10/2019 – 30/09/2020

Gallery


Implementato da
in collaborazione con
e con il sostegno di